COMUNICATO STAMPA DEL PERSONALE DOCENTE E ATA DEL LICEO

Il personale docente e ATA del Liceo scientifico Marconi di Carrara, in seguito all’incontro di stamani con il Presidente della Provincia e il Sindaco del Comune di Carrara, constatata l’ostinazione nel voler perseguire progetti dannosi e discutibili per la popolazione scolastica e il nostro territorio, ribadisce la volontà di continuare la protesta, con il sostegno degli alunni e dei genitori, per evitare l’accorpamento ad altro Istituto, con finalità didattiche altre rispetto all’indirizzo liceale.

L’accorpamento non è stato condiviso né didatticamente né operativamente e rappresenterebbe una perdita in termini di posti di lavoro e un impoverimento dell’offerta formativa e culturale del nostro territorio. Non si tratta di una posizione ostile a priori, ma di una scelta che discende dalla consapevolezza di rappresentare un punto di riferimento per le famiglie e i giovani. Ancora una volta vincerebbe una logica di mera opportunità politica, lontana da tutto ciò che sarebbe davvero utile per la crescita del territorio. Mancano sia politiche di lungo periodo e finanziamenti sia una vera volontà di rinnovare e ampliare gli edifici scolastici comunali che non corrispondono più alle esigenze degli alunni e di una didattica moderna e innovativa. La Regione, inoltre, non ha dato nessuna disposizione in merito, dimostrandosi disponibile a mantenere la situazione esistente in mancanza di una programmazione chiara, come è avvenuto per il Liceo Fermi di Massa. Davanti a tutto ciò respingiamo fermamente la posizione espressa dalle autorità provinciali che, alla luce dei fatti, si rivela priva di qualsiasi reale motivazione.

Joomla templates by a4joomla